Il lupo travestito da agnello

Il video di oggi è una registrazione tratta da RadioMaria. Una radio che non ha bisogno di presentazioni, è forse l’unica stazione che “prende” ovunque in Italia. Ogni tanto durante i vari zapping radiofonici capita di passarci sopra, ascoltarla per più di qualche secondo può provocare lesioni cerebrali non indifferenti, è una di quelle cose da “usare consapevolmente”.
Lo speaker(Livio Fanzaga) ovviamente ce l’ha a morte con gli atei, in un italiano stentato li dipinge come persone con problemi mentali, profondamente disturbate da un senso di inferiorità, culturalmente impreparati, seguono insulti vari al limite della realtà.

Ebbene, la cattiveria negli esseri umani sembra essere cosa diffusa. Da teorie psicologiche piuttosto serie sembra anche sia inversamente proporzionale alla reale felicità di un essere umano. Inutile rispondere a provocazioni del genere, ci si metterebbe allo stesso livello. Non si può far altro che provare pena per chi diffonde consapevolmente una reltà profondamente distorta penalizzando chi è debole, chi non ha la possibilità di conoscere. Persone che si professano credenti, tolleranti nei confronti del prossimo, persone che dicono di aver compreso l’amore di Dio usano l’ignoranza del prossimo per diffondere false verità e creare realà utopiche. Mi domando come possano dormire sereni la notte, forse non si rendono nemmeno conto del male che fanno…

Sbugiardare personaggi di questo genere è comunque piuttosto facile, lo scontro tra fatti e “cavolate” ha sempre un epilogo piuttosto scontato, replichiamo con fatti semplici e provati…

Rispondiamo con un piccolo capolavoro prodotto da un giovane studente, il “corto” è stato premiato con l’award dell’università di Harvard nella categoria “Excellence in Humanist Communications”. Il video presenta alcuni personaggi prodotti dalla “follia” atea, la maggioranza sono logicamente uomini di scienza che hanno reso possibile un reale progresso della specie.

Commenti: [ Trackback | RSS 2.0 ]

Lascia un commento »

(will not be published)

XHTML: Puoi usare queste tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>