Arriva lo stato…

Come in tanti altri "casini italiani" grazie a tv e giornali stà diventando difficile capire dove comincia la realtà e finiscono le stronz***. Il video si riferisce a Marano (23 maggio 2008). Nel video si vedono persone normali, di tutte le età, tante donne. Quando la polizia carica hanno praticamente tutti le mani alzate, qualche mangannelata, calci negli stinchi e altre genialate da caserma. La polizia carica più volte, viene addirittura colpito un giornalista(Tg3 se non mi sbaglio). Quelle persone non sembrano essere li per lagnarsi(Vittorio Feltri-"Silvio non mollare"), difendono forse il diritto più basilare del mondo: la loro salute e quella dei loro figli. Tv e carta stampata parlano di un "ritorno dello stato", dipingono i cittadini di quelle zone come egoisti, gente che si lamenta giusto perchè ha tempo da perdere. Repubblica si dice sicura che "La cosa si concluderà male". Quello che stà facendo ancora una volta l’informazione italiana è nauseabondo, cerca l’appoggio dell’opinione pubblica contro gli stessi cittadini. Cercano la legittimità per usare il manganello al posto del dialogo, quella per introdurre pene durissime per chi contesta l’hanno già trovata. Ancora una volta il vecchio stivale che tanto brama il futuro è tornato indietro di altri dieci anni.

 

"Ma lo Stato mente in tutte le lingue del bene e del male; e qualunque cosa dica, mente – e tutto
quanto possiede, l’ha rubato
."

                         Friedrich Nietzsche-"Del nuovo idolo"-Così Parlo Zarathustra

Commenti: [ Trackback | RSS 2.0 ]

Lascia un commento »

(will not be published)

XHTML: Puoi usare queste tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>