Seneca – La Serenità

"Non sto imponendoti di frequentare soltanto chi è perfetto: dove troveremmo del resto un soggetto del
genere, che stiamo cercando invano da generazioni? Valga per ottimo chi è meno peggio. Difficilmente
potresti trovare di meglio cercando con cura tra uomini di valore come Platone o Senofonte, o fra gli
epigoni della scuola socratica, o se potessi scegliere fra i virtuosi dell’epoca catoniana, feconda di uomini
degni di nascere, appunto, al tempo di Catone (pur avendone generati molti peggiori che in qualsiasi altra
epoca, autori dei più efferati delitti; ma era forse necessario che ci fossero esponenti di entrambe le
categorie, perché Catone potesse esprimersi appieno: doveva avere accanto a sé sia gli onesti che lo
apprezzavano, sia i disonesti su cui esercitare la propria forza). Oggi invece, in tanto squallore e scarsità
d’ingegni validi, la scelta potrebbe essere meno ardua."

Lascia un commento »

(will not be published)

XHTML: Puoi usare queste tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>