Google Chrome vs altri browser

chrome

Di solito quando si parla di beta non è sensato dare un giudizio affrettato ma qui ci troviamo davanti ad una piccola rivoluzione (annunciata comunque da tempo). Google ha progettato questo gioiellino da zero seguendo un nuovo concept, con questo browser le pagine diventano applicazioni nel vero senso della parola.

La differenza più rivoluzionaria non si vede, è nel codice. Provate ad aprire quattro siti web con un browser qualsiasi (Explorer,Firefox,Opera non c’è differenza), il programma tratterà stupidamente le pagine come semplici dati da impilare l’uno sull’altro generando rallentamenti e instabilità. Risultato? I browser di “vecchia” concezione generano un unico enorme processo che arriva ad occupare anche centinaia di Mb nelle ram. Chrome invece tratta ogni singola pagina/plugin come un processo separato, N pagine equivalgono ad N+1 processi (processo principale + le varie pagine + plugin) nel vostro sistema operativo, il guadagno più evidente è nelle prestazioni (sopratutto con cpu multi-core). Chrome gestisce i processi in maniera snella e veloce, si carica in pochi secondi e sembra poter contare su una stabilità superiore (vedremo la versione definitiva). L’architettura di chrome rappresenta la logica evoluzione dei software per la navigazione, i rivali saranno costretti ad adeguarsi in tempi brevi se non vogliono perdere fette di mercato, il lancio a sopresa di Google mira proprio a sbaragliare la concorrenza.

chrome-processi

E la sicurezza?

Per quanto riguarda la tanto temuta sicurezza credo che l’architettura di Chrome si dimostrerà vincente nel lungo periodo (per ora è ovvio aspettarsi bug), la divisione in processi multipli ha anche l’obbiettivo di rendere più ardua l’esecuzione di codice maligno, adesso è necessario prendere il controllo del processo “principale” passando dal processo “pagina/plugin”, per spyware e malware vari diventa tutto più difficile.

Commenti: [ Trackback | RSS 2.0 ]

Lascia un commento »

(will not be published)

XHTML: Puoi usare queste tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>