Moriremo tutti!

giudizio-universale

Domani come tutti ben saprete questo mondo corrotto avrà fine. La folle iniziativa del CERN definita da Studio Aperto “il più grande esperimento dell’umanità” potrebbe inghiottire la terra e porre fine una volta per tutte al dominio delle scimmie spelacchiate. Sono sinceramente perplesso, mancano ancora tre mesi alla fine del calendario della Santarelli e più di tre anni per quello Maya, quale assurda boiata si saranno inventati questa volta?

Ebbene in questi giorni nei media è emersa una nuova “teoria” della fisica che postula quanto segue: da uno scontro di quantità infinitamente piccole di materia è possibile generare uno sfondamento dello spazio tempo, esattamente quello che succede quando esplode una stella. Mi domando se ci sia bisogno di un divulgatore scientifico per capire che nella frase sopra c’è qualcosa di profondamente irrazionale. Per creare un buco nero è necessaria una massa enorme che collassa in uno spazio molto piccolo creando un buco spaziotemporale di massa indefinita. L’attrazione gravitazionale di quella massa diventa tale da risucchiare qualsiasi cosa, anche la luce. Quello che faranno domani al CERN non ha niente a che vedere con un buco nero, da domani inizieranno gli esperimenti per lo studio del bosone di Higgs (detto anche “particella di dio”), quello che in teoria dovrebbe essere la struttura elementare dell’universo. Per far questo gli scienziati dovranno far scontrare gli atomi all’interno dell’LHC (Large Hadron Collider), basterà fotografare la dinamica della collisione per individuare la particella. La paranoia svolazzante di questi giorni probabilmente deriva dall’elevata velocità di collisione richiesta dal processo, considerate comunque questa velocità d’impatto inferiore rispetto a quella che hanno le particelle solari quando arrivano sulla terra.

Potrete seguire in diretta la fine del mondo mentre sghignazzate nel buio della vostra cameretta/ufficio domani da qui, usate bene le vostre ultime ore.

Commenti: [ Trackback | RSS 2.0 ]

Lascia un commento »

(will not be published)

XHTML: Puoi usare queste tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>