Stallo

stallo

In questi giorni ho latitato abbastanza dal web, continuerò a postare a intermittenza per ancora una settimana causa impegni di forza maggiore. Nonostante l’apparente situazione di stallo mondiale (vabbè noi italiani siamo assuefatti ormai) ci sarebbe tanto da dire, l’economia statunitense che si scopre più malata del previsto, le macchinose manovre dell’italica informazione sulla vicenda Alitalia, produttori di latte che si destreggiano in chimica all’insaputa dei clienti, porporati in cerca di consenso che predicando (in ritardo) l’ovvietà, insomma ci sarebbe molto da scrivere ma ahimè il tempo è tiranno. Non mi resta che dirigermi in qualche oscuro scantinato massonico a progettare un nuovo ordine delle cose prima che mi venga una epistassi per il nervoso, nel frattempo vi lascio con questo articolo trovato oggi, vale arrivare fino alla fine.

Commenti: [ Trackback | RSS 2.0 ]

Lascia un commento »

(will not be published)

XHTML: Puoi usare queste tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>