Storie agghiaccianti

frattale(di ki è)

Oggi sapendo di non aver il tempo materiale per scrivere avevo deciso di concedermi solo una rapido tour di blogbabel verso metà pomeriggio. Purtroppo entro e trovo questo in home con la blogosfera che linka in massa, leggo tutto e riga dopo riga mi monta un senso di rabbia misto ad incredulità, come si può arrivare a trattare un bambino e una madre (clienti oltretutto) così. Quello che mi ha fatto veramente rabbrividire non è stato tanto il comportamento del fotografo e del suo allegro staff di cerebrolesi (queste bestie preghino che nessuno scopra i loro nomi se vogliono ancora trovare uno straccio di lavoro) quanto l’indifferenza delle persone che hanno assistito alla scena, se vedessi qualcuno comportarsi in quella maniera con un bambino farei molta fatica a trattenere mani e piedi, chi ha visto e non ha fatto/detto nulla si deve vergognare.

Commenti: [ Trackback | RSS 2.0 ]

Lascia un commento »

(will not be published)

XHTML: Puoi usare queste tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>