Libera opinione

Ipotesi: un vostro amico crede che gettandosi dal quarto piano di un palazzo non si sfracellerà al suolo, rimbalzerà dolcemente e ne uscirà illeso (dice).

A questo punto se siete sani di mente avete due opzioni: rispettare l’opinione del vostro amico e aspettare che ci provi (userete la selezione naturale come scusa per non sentirvi in colpa) oppure tentare di spiegargli qualche rudimento di fisica e evitargli così di sbattere violentemente il muso contro la verità.

Questo esempio stupidotto serve in realtà per spiegare una cosa elementare: è sempre esistito un confine molto stretto tra la "libertà di opinione" e la "facoltà di pensare cazzate". L’uomo è un animale che tende naturalmente alla verità e grazie alla scienza è in grado di restringere parecchio l’area delle soggettività, non per niente disponiamo delle "scienze esatte" (si chiamano così proprio perchè non vanno facilmente a nozze con le opinioni).

Ora provate a leggere qui sotto:

  • la terra è il centro dell’universo, il sole è un satellite
  • ogni tanto accadono cose chiamate miracoli, esistono migliaia di casi documentati (curiosamente nessun “amputato” è mai stato miracolato, ragionateci) 
  • il Darwinismo è spazzatura
  • le cellule staminali e gli embrioni sono vita (chi sta morendo nei reparti di oncologia evidentemente no)
  • la tua vita non è TUA, è un dono di Dio e quindi non puoi disporne liberamente
  • esiste un essere superiore che ha creato l’universo, non si vede in giro da parecchio ma ehi…LUI TI VEDE SEMPRE
  • se vivi in un’area ad alto rischio HIV non usare preservativi, pensa piuttosto a migliorare la tua cultura dell’amplesso (eh?)

 

Vi chiedo sinceramente: secondo voi queste opinioni sono meritevoli di rispetto?

Per quanto mi riguarda non ha alcun senso attaccare Ratzinger o la chiesa di Roma per quello che di volta in volta dichiarano, da 2000 anni dicono sempre le stesse cose, non hanno mai avuto dalla loro parte la verità ma hanno certamente coerenza da vendere. L’unica cosa che posso fare è ringraziare la cultura per aver tolto a questi pazzi criminali il potere di vita e di morte sulle persone. Ad ogni modo se dopo due millenni di disastri le istutuzioni secolari hanno ancora la legittimazione necessaria per far sentire la loro voce in tutto il mondo state sicuri che il problema non sono loro, mi preoccupano molto di più le persone che ancora oggi credono sia possibile rimbalzare sull’asfalto.

Commenti: [ Trackback | RSS 2.0 ]

  • BECA scrive:

    secondo me le affermazioni di ratzinger possono esser messe benissimo alla stregue di quelle di berlusconi…. cazzate

  • La Vyrtuosa scrive:

    Appunto, “mancanza di informazioni”. E fino a quando le istituzioni e i media non prenderanno seriamente la responsabilità del loro potrere, ci saranno sempre persone che crederanno possibile rimbalzare sull’asfalto…

  • cyrano18 scrive:

    Se volutamente o per superficialità o per ottusità non si riflette sulle verità della religione ed in particolare di quella cristiana, sulle verità umane e spirituali che il cristianesimo cerca di inseganre e diffondere e ci si ferma solamente sull’inperfezione di ogni singolo uomo, si continuerà a leggere simili spropositi e stravolgimenti di idee.

  • Per quanto mi riguarda non ha alcun senso attaccare Ratzinger o la chiesa di Roma per quello che di volta in volta dichiarano, da 2000 anni dicono sempre le stesse cose, non hanno mai avuto dalla loro parte la verità ma hanno certamente coerenza da vendere. L’unica cosa che posso fare è ringraziare la cultura per aver tolto a questi pazzi criminali il potere di vita e di morte sulle persone.

    Frase intelligentissima, già sul mio forum vedo decine di insulti a quella scimmia in bianco, il problema è il sistema chiesa non chi la rappresenta in qualità di monasca assoluto.

  • DUHANGST scrive:

    Rimandarlo ad Avignone?

  • piergiobbe scrive:

    Ora prova a leggere qui sotto:

    1. quello di Galileo era un modello e non una affermazione di verità indubitabile (http://www.nazioneindiana.com/2008/01/19/chi-gira-intorno-a-cosa/)
    2. A Calanda, villaggio di Aragona, tra le dieci e le undici della sera del 29 marzo 1640, avvenne il miracolo, ampiamente documentato della ricrescita di una gamba amputata (http://www.bol.it/libri/scheda/ea978881725871.html)
    3. Per il Vaticano l’evoluzione è in fondo il modo con cui Dio crea (http://new.asianews.it/index.php?l=it&art=14446)
    4. forse intendevi le cellule staminali embrionali? Comunque per la Chiesa come ormai per quasi tutti gli scienziati la vita parte dal concepimento, stabilire un tempo in cui l’embrione non sarebbe vita è solo una convenzione per permettere l’aborto e la fecondazione artificiale. (http://it.wikipedia.org/wiki/Embriologia_umana, dove per lo meno si dice che il dibattito scientifico è in corso).
    5 – 6. Questi sono concetti religiosi, filosofici, ma certo non scientifici, per cui non ci vedo niente di male ad avere opinioni differenti. L’esistenza di Dio è altrettanto indimostrabile quanto la sua inesistenza
    /. Il paese che ha ottenuto i migliori risultati in Africa nella lotta all’AIDS è l’Uganda dove è stato adottato un progetto detto ABC (Abstain, Be faithful, use Condoms) che, pur non escludendo l’uso del preservativo, lo pone al terzo posto per efficacia rispetto all’astinenza e alla fedeltà verso un solo partner. I risultati sono stati ottenuti attraverso una campagna efficace di informazione e sensibilizzazione verso una sessualità più matura e consapevole. Un insegnamento non molto diverso da quello proposto dal Papa (http://it.wikipedia.org/wiki/Prevenzione_dell%27AIDS)
    Detto questo, forse è il caso di ripensare con calma a chi spara le cazzate più grosse…
    cordialmente
    Andrea

    • mattomatte scrive:

      allora:
      1)hai ragione ma il motivo è molto semplice, temevano parecchio la chiesa e decisero di impostare la cosa come un “ipotesi” per evitare lo scontro frontale con il sistema tolemaico e rischiare LA VITA…

      2)non è assolutamente credibile…non mi sono interessato personalmente al caso ma c’è chi lo ha fatto (parlo di Odifreddi) provando che non c’è un briciolo di verità

      3)il cristianesimo rifiuta CATEGORICAMENTE l’idea che tutte le forme di vita abbiano radici comuni(a sua immagine e somiglianza)…per non parlare delle assurdità creazioniste che si portano dietro da sempre…oltretutto non bisogna dimenticarsi che secondo la genesi la terra avrebbe circa 7.000 anni…idee spazzatura sostenute apertamente fino a pochi decenni fa…ora fortunatamente si vergognano

      4)la vita non è una variabile dicotomica, presenta STATI INTERMEDI riconosciuti dalla comunità scientifica e che la chiesa si ostina a non accettare…

      5)assolutamente falso… tanto per cominciare esiste la PROVA ONTOLOGICA (sbagliata ma comunque teorizzata da un genio della logica)…potrei continuare con il concetto dell’INUTILITA, un gingillo filosofico che postula semplicemente quanto segue:SE UNA COSA è INUTILE NON ESISTE…conluderei con il RASOIO DI OCCAM che probabilmente è il più famoso…

      6)su questo punto non ho dati quindi evito di replicare

      accetto molto volentieri lo scambio di opinioni e il contradditorio, il blog è stato aperto proprio per questo motivo ma le tesi devono essere argomentate decentemente altrimenti si rischia di sconfinare nella pagliacciata…in ogni caso grazie per il commento Andrea…

  • Le Favà scrive:

    A me ogni tanto fa paura. Ma forse sbaglio a vederlo. E credo che poi domani, o meglio, oggi alle 8.00 ci saranno problemi sull’articolo che ho fatto.
    Pazienza.

    a presto!

  • FulviaLeopardi scrive:

    il punto è che se uno dice una cazzata a me viene spontaneo replicare; non sempre…ma quando ci vuole, ci vuole!

  • Piergiobbe scrive:

    Dai ero sicuro che non ce la facevi a pubblicarmi….
    Non ti preoccupare.
    un saluto
    Andrea

  • Grazie per avermi risposto.
    Scusa se ti ho provocato, ma era importante farti capire che le cose che hai scritto non sono così scientifiche né tantomeno verità. Sono idee, pareri, opinioni, e per ciò stesso discutibili (Messori versus Odifreddi, che sfida!). Alcune sono discusse da secoli e da persone molto più autorevoli di noi. Perciò accettiamo i nostri limiti e continuiamo a cercare, senza mai abbandonare la nostra curiosità e propensione al dubbio in ogni direzione.
    un saluto
    Andrea

Lascia un commento »

(will not be published)

XHTML: Puoi usare queste tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>